La Finale di The Ultimate Chococake Award IV edizione

La finale del Chococake Award IV edizione a cui ho partecipato ha visto sfidarsi 10 giovani pasticceri tra i 18 e 35 anni selezionati dopo una prima attenta valutazione tra più di 500 parteciapanti, ma andiamo con ordine:

Tutto è iniziato il 10 Ottobre 2019 quando mi è giunta la bellissima notizia di essere stato selezionato tra oltre 500 partecipanti da tutta Italia, ho fatto i salti di gioia e mi sono messo subito al lavoro per creare un dolce degno della gara semifinale. La torta che ho realizzato si chiama “Incontro tra i due Soli”, una torta in cui si incontrano ingredienti che provengono dal Sole della Sicilia e dal Sole del Sud America, in particolare i profumi del mango siciliano (di Fiumefreddo di Sicilia) e il buonissimo cioccolato Origins Costa Rica 64 realizzato da Belcolade.

Torta Incontro tra i due Soli

La semifinale si è svolta in due giorni, il 13 e il 14 Novembre.
Ho fatto il possibile e mi sono divertito molto ma non avrei mai immaginato di farcela, con mio stupore pochi giorni più avanti mi comunicarono la mia avvenuta selezione per la gara FINALE.

La Finale

Il 30 Gennaio 2020 si è svolta la gara finale di questo bellissimo percorso, ho presentato la mia monoporzione “Dagala” , un dolce a base di mousse alla mandorla profumata alla cannella, cremoso al cioccolato Papua Nuova Guinea (sempre prodotto Belcolade) un cuore morbido di mango e banane di sicilia profumate con un liquore particolare, l’amaro Zagaro della distilleria F.lli Russo, per finire, una base di pistacchio croccante di Bronte su pan di spagna al cioccolato.

Monoporzione “Dagala”

La giuria era composta dai grandi nomi della pasticceria italiana, nonché Master Belcolade: Roberto Rinaldini, Davide Malizia, Sebastiano Caridi, Santi Palazzolo e Luigi Bruno d’Angelis. In giuria anche l’Innovation Center Manager di Puratos Italia Filip de Kimpe.

Nonostante io abbia dato il massimo non sono riuscito a vincere, ma quest’esperienza mi ha formato tanto, ho visto i migliori pasticceri d’Italia giudicare il mio lavoro, i miei dolci..e ne vado molto fiero, sono molto grato per quello che ho imparato, per il confronto con gli altri concorrenti e per l’opportunità che la vita mi ha concesso.

Markodn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto