Gelato FIT alla fragola senza gelatiera

Finalmente il sogno di noi persone perennemente a dieta si è avverato, ora possiamo fare un buon gelato alla frutta senza zucchero e senza grassi come la panna o il latte. Siete pronti? Iniziamo.

Per circa due bicchieri belli pieni di gelato occorrono:

3 Banane tagliate a fettine ben congelate

200 g di Fragole ben congelate e tagliate a pezzettini

Per chi lo desidera può aggiungere un cucchiaino di miele e un pizzico di vaniglia estratta dalla bacca, altrimenti va bene anche senza.

Bene, il procedimento è semplicissimo, FRULLATE tutti gli ingredienti insieme.

Le banane essendo ricche di fibre daranno consistenza al nostro gelato, più ne mettete e più consistenza avrete quindi siete liberi di regolare le dosi come volete.

Una volta ottenuto il composto mettetelo in congelatore per un’ora mescolando di tanto in tanto, dandogli così il tempo minimo di stabilizzarsi.

https://www.dagala.it/wp-content/uploads/2020/06/Film-2.mp4

Potete realizzare anche altri gusti tenendo presente di usare sempre le banane come base perché ci servono per dare struttura e invece delle fragole potete utilizzare le ciliegie, le mele, le pere, le pesche, l’importante è che sia frutta consistente e non liquida come per esempio gli agrumi, perché il loro succo non permetterà la formazione di un prodotto abbastanza cremoso.

Se volete abbandonare l’idea del benessere e della dieta invece vi basterà aggiungere alla ricetta della panna montata fredda di frigorifero e otterrete un gelato più goloso ma anche più calorico.

La Finale di The Ultimate Chococake Award IV edizione

La finale del Chococake Award IV edizione a cui ho partecipato ha visto sfidarsi 10 giovani pasticceri tra i 18 e 35 anni selezionati dopo una prima attenta valutazione tra più di 500 parteciapanti, ma andiamo con ordine:

Tutto è iniziato il 10 Ottobre 2019 quando mi è giunta la bellissima notizia di essere stato selezionato tra oltre 500 partecipanti da tutta Italia, ho fatto i salti di gioia e mi sono messo subito al lavoro per creare un dolce degno della gara semifinale. La torta che ho realizzato si chiama “Incontro tra i due Soli”, una torta in cui si incontrano ingredienti che provengono dal Sole della Sicilia e dal Sole del Sud America, in particolare i profumi del mango siciliano (di Fiumefreddo di Sicilia) e il buonissimo cioccolato Origins Costa Rica 64 realizzato da Belcolade.

La semifinale si è svolta in due giorni, il 13 e il 14 Novembre.
Ho fatto il possibile e mi sono divertito molto ma non avrei mai immaginato di farcela, con mio stupore pochi giorni più avanti mi comunicarono la mia avvenuta selezione per la gara FINALE.

La Finale

Il 30 Gennaio 2020 si è svolta la gara finale di questo bellissimo percorso, ho presentato la mia monoporzione “Dagala” , un dolce a base di mousse alla mandorla profumata alla cannella, cremoso al cioccolato Papua Nuova Guinea (sempre prodotto Belcolade) un cuore morbido di mango e banane di sicilia profumate con un liquore particolare, l’amaro Zagaro della distilleria F.lli Russo, per finire, una base di pistacchio croccante di Bronte su pan di spagna al cioccolato.

Monoporzione “Dagala”

La giuria era composta dai grandi nomi della pasticceria italiana, nonché Master Belcolade: Roberto Rinaldini, Davide Malizia, Sebastiano Caridi, Santi Palazzolo e Luigi Bruno d’Angelis. In giuria anche l’Innovation Center Manager di Puratos Italia Filip de Kimpe.

Nonostante io abbia dato il massimo non sono riuscito a vincere, ma quest’esperienza mi ha formato tanto, ho visto i migliori pasticceri d’Italia giudicare il mio lavoro, i miei dolci..e ne vado molto fiero, sono molto grato per quello che ho imparato, per il confronto con gli altri concorrenti e per l’opportunità che la vita mi ha concesso.

Cheesecake Giapponese

La Japanese Cheesecake è uno dei dolci più soffici e difficili che io abbia mai fatto, non ho ancora raggiunto il risultato perfetto perchè una volta tolta dal forno secondo me si è abbassata troppo, quindi ci riproverò fino a sfornarla perfettamente.
Esistono davvero tante ricette e varianti di questa torta ma secondo me questa è la più indicata visto che non si fa uso di agenti lievitanti.
Intanto vi lascio qui la ricetta così potete provarci anche voi:

Ingredienti

Stampo alto da circa 22 cm

  • Nr. 6 uova (separare i tuorli e gli albumi)
  • 170 g latte
  • 260 g philadelphia
  • 80 g burro
  • 50 g farina
  • 20 g amido
  • 130 g zucchero semolato negli albumi per la Meringa

Procedimento:

Separare i tuorli e gli albumi dalle uova e mettere gli albumi in frigorifero.

A bagnomaria sciogliere la philadelphia insieme al latte e al burro, aggiungere le uova. La temperatura non deve superare i 40°C .

Aggiungere vaniglia amido e farina, mescolare bene, meglio se frullate il tutto con un mixer a immersione.

Adesso montare gli albumi con lo zucchero inserito a pioggia fino ad ottenere una massa leggera e morbida, non montate troppo gli albumi.

Unire in 3 volte gli albumi al composto preparato in precedenza facendo attenzione a non smontare la massa.

Preparate lo stampo imburrandolo per bene e foderandolo con carta forno sul fondo e carta forno intorno allo stampo perché la torta aumenterà molto di volume durante la cottura e la carta forno servirà a non farla uscire dallo stampo.

Rivestire il fondo dello stampo con della carta stagnola e appoggiare la torta dentro una teglia con acqua bollente, la torta deve cuocere a bagnomaria.

Prima di versare il composto dentro la tortiera, inserire del cioccolato fatto a pezzettini, sarà molto gradevole da mangiare.

Cottura

È fondamentale cuocere a temperatura in calata, ovvero preriscaldare il forno a 180 e una volta messa dentro la torta lo puntiamo a 150/160 in modalità statica per 20 minuti dopo lo portiamo a 140°C per 40 minuti dopo di ché spegnete e aprite il forno lasciando un leggero spiffero facendo molta attenzione a non fare uscire il vapore tutto in una volta.

La torta deve rimanere almeno altri 20 minuti dentro il forno spento per asciugarsi, altrimenti il vapore uscirà troppo velocemente da dentro il forno e la torta si smonterà e perderà altezza.

Deve essere fredda prima di toglierla dallo stampo.

Per gustarla al meglio mangiatela il giorno successivo dopo averla tenuta una notte in frigorifero.

Spolverare con zucchero a velo o glassare con un delizioso topping al cioccolato o amarena.

Granita alla Fragola

Una buonissima granita alla fragola fatta in casa con fragole biologiche e un tocco di limone

Per le brioche: https://www.dagala.it/2020/03/06/brioche-siciliana-col-tuppo/

Per la granita:

800ml di sciroppo (fatto con 1l di acqua e 300g di zucchero messo sul fuoco e fatto sciogliere).
350g fragole congelate
succo di 1 limone bio

Procedimento

Frullare il tutto e mettere nella gelatiera altrimenti nel congelatore e poi frullare per bene.

Iris

Ricetta di Agata Rita Curcuruto

400 gr di farina 00
200 gr di latte
50 gr di burro
50 gr di zucchero
12 gr di lievito di birra
5 gr di sale
1 uovo per spennelare

Fate sciogliere il lievito di birra nel latte appena tiepido, aggiungere il burro fuso intiepidito e lo zucchero.
Disponete la farina in una ciotola (o su di una spianatoia), fate un buco al centro e versate il composto con il latte a filo
Aggiungere il sale, trasferite l’impasto su un piano e lavorare fino a far assorbire completamente tutta la farina
Ottenete un panetto morbido e lavoratelo per almeno 10 minuti
Ponete l’impasto in una ciotola e copritelo con la pellicola trasparente e mettetelo a lievitare per due ore o fino a raddoppiare il suo volume.
Quando la pasta sarà lievitata, riprenderla e con essa formate un salsicciotto di pasta
Tagliate l’impasto a pezzi di 30 gr ciascuno
Con ogni pezzetto di impasto formare delle palline
Per fare le palline dovete prendere l’impasto con le dita delle due mani, tirare i bordi della pasta verso il basso e spingerla con i pollici alla base, premendola poi per saldarla alla base.
Solo in questo modo riuscirete ad ottenere delle palline liscie.
Spennellate i panini ottenuti con del latte e fate lievitare per 30 minuti o un’ora, dipende dalla temperatura in casa.
Una volta lievitati, spennellate i panini al late con l’uovo battuto e infornarli in forno già caldo a 220°
Cuocere i panini al latte per 15/18 minuti circa
Togliete i panini dal forno e lasciateli raffreddare e riposare per un giorno.

Preparate la crema il giorno prima sia bianca e al cioccolato lasciatela raffreddare….

Una volta pronta la crema, inizia la preparazione dell’iris. Taglia un tondino alla base di ogni panino al latte cercando di non danneggiare nè il panino nè il tondino. Svuota il panino all’interno con un cucchiaino e riempirlo con la crema.

Richiudi riposizionando il tondino alla base in modo da ottenere nuovamente un panino intero.

Prepara la pastella mescolando acqua e farina e inumidisci la parete esterna del panino in ogni lato.

Rotola infine il panino nel pangrattato e friggi in abbondante olio di arachidi caldo finchè non si ottiene una doratura scura ed un panino croccante. Lascia raffreddare e servi

Babà Napoletani

Ingredienti per la Biga:

Farina Manitoba: 200 g
Acqua: 100 g
Lievito di birra fresco 20 g / oppure lievito secco 7/10 g

Procedimento:

La biga deve avere una consistenza finale abbastanza grossolana, non deve essere una palla liscia e omogenea.
Fate lievitare dentro un recipiente ben chiuso per un’ora a temperatura ambiente e poi riponetela in frigorifero per tutta la notte.

Il giorno dopo:

Ingredienti per impasto finale:

Biga +

Farina Manitoba: 400 g
Uova medie: nr. 12
Sale: 10 g
Zucchero: 30 g
Lievito di birra fresco 3 g / oppure lievito secco 1 g
Miele: 20 g
Burro: 200
Aromi: Vaniglia e scorza grattugiata di agrumi

Procedimento:

Impastare bene la biga con la farina e le uova messe a poco a poco, aggiungere il lievito, poi il miele e lo zucchero. Impastare e fate prendere corda all’impasto, aggiungere il sale, impastare e aggiungere in fine il burro insieme agli aromi.

Infornare a 170°C fino a doratura completa

Per la Bagna vi consiglio di usare la Bangnababà venduta dalla Distilleria Fratelli Russo

Se volete farla voi invece la ricetta è questa:

Rum: 250 ml – Zucchero 500 g – Acqua 1 litro e 500 ml

Fate bollire l’acqua, poi toglietela dal fuoco e inserite lo zucchero.. mescolate… fate raffreddare, una volta raggiunti i 35°C aggiungere il Rum e mescolare. Conservare in frigorifero.