Cheesecake Giapponese

La Japanese Cheesecake è uno dei dolci più soffici e difficili che io abbia mai fatto, non ho ancora raggiunto il risultato perfetto perchè una volta tolta dal forno secondo me si è abbassata troppo, quindi ci riproverò fino a sfornarla perfettamente.
Esistono davvero tante ricette e varianti di questa torta ma secondo me questa è la più indicata visto che non si fa uso di agenti lievitanti.
Intanto vi lascio qui la ricetta così potete provarci anche voi:

Ingredienti

Stampo alto da circa 22 cm

  • Nr. 6 uova (separare i tuorli e gli albumi)
  • 170 g latte
  • 260 g philadelphia
  • 80 g burro
  • 50 g farina
  • 20 g amido
  • 130 g zucchero semolato negli albumi per la Meringa

Procedimento:

Separare i tuorli e gli albumi dalle uova e mettere gli albumi in frigorifero.

A bagnomaria sciogliere la philadelphia insieme al latte e al burro, aggiungere le uova. La temperatura non deve superare i 40°C .

Aggiungere vaniglia amido e farina, mescolare bene, meglio se frullate il tutto con un mixer a immersione.

Adesso montare gli albumi con lo zucchero inserito a pioggia fino ad ottenere una massa leggera e morbida, non montate troppo gli albumi.

Unire in 3 volte gli albumi al composto preparato in precedenza facendo attenzione a non smontare la massa.

Preparate lo stampo imburrandolo per bene e foderandolo con carta forno sul fondo e carta forno intorno allo stampo perché la torta aumenterà molto di volume durante la cottura e la carta forno servirà a non farla uscire dallo stampo.

Rivestire il fondo dello stampo con della carta stagnola e appoggiare la torta dentro una teglia con acqua bollente, la torta deve cuocere a bagnomaria.

Prima di versare il composto dentro la tortiera, inserire del cioccolato fatto a pezzettini, sarà molto gradevole da mangiare.

Cottura

È fondamentale cuocere a temperatura in calata, ovvero preriscaldare il forno a 180 e una volta messa dentro la torta lo puntiamo a 150/160 in modalità statica per 20 minuti dopo lo portiamo a 140°C per 40 minuti dopo di ché spegnete e aprite il forno lasciando un leggero spiffero facendo molta attenzione a non fare uscire il vapore tutto in una volta.

La torta deve rimanere almeno altri 20 minuti dentro il forno spento per asciugarsi, altrimenti il vapore uscirà troppo velocemente da dentro il forno e la torta si smonterà e perderà altezza.

Deve essere fredda prima di toglierla dallo stampo.

Per gustarla al meglio mangiatela il giorno successivo dopo averla tenuta una notte in frigorifero.

Spolverare con zucchero a velo o glassare con un delizioso topping al cioccolato o amarena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating